Search Marketing

Guida al posizionamento dei siti web nei motori di ricerca

Amico degli spider
Home
2 Apr '05
Guida
8 Nov '04
Articoli
27 Mar '05
News/Blog
La Newsletter
30 Apr '09
FAQ
12 Gen '03
Risorse
10 Ott '04

Google accelera il Web (di nuovo)

Un software per Windows, sviluppato dal motore di ricerca, permette di velocizzare la navigazione sul Web degli utenti.
5 maggio '05 09:21:28
La notizia si sposa bene con una analoga, di circa un mese fa, in cui veniva riportato come Google utilizzava una particolare caratteristica di FireFox/Mozilla per velocizzare la navigazione degli utenti durante l'utilizzo del motore di ricerca.

Stavolta però Google ha esteso questo concetto puntando ad un obiettivo più ambizioso: velocizzare l'intera navigazione dei browser, indipendentemente dai siti che si intende visitare.

E' così nato Google Web Accelerator, un software per Windows XP e Windows 2000 SP3+, funzionante con Internet Explorer e Firefox, che permette di velocizzare l'accesso dei browser ai siti web.

Il software è ancora in fase beta, e possiede alcune limitazioni. Innanzitutto puà essere sfruttato solo dagli utenti americani ed europei e in secondo luogo le prestazioni migliorano considerevolmente solo per gli utenti con connessioni broadband. Anche gli utenti con dial-up possono usare il programma, ma i risultati non saranno particolarmente eclatanti.

Google Web Accelerator sfrutta diverse tecniche per velocizzare la navigazione del browser. A volte le pagine vengono caricate in background ancor prima che l'utente vi acceda, altre volte il software scarica dai web server solo le parti di un documento web che sono cambiate dall'ultimo accesso effettuato dall'utente.

Ma la caratteristica più consistente è quella che permette di usare i server di Google come dei veri e propri proxy, in maniera trasparente. I server di Google riceveranno le richieste di accesso degli utenti e provvederanno a spedire le pagine richieste nel più breve tempo possibile, evitando di sottostare ai tempi di reazione (a volte lenti) dei server su cui risiedono i siti web.

E' evidente che uno dei vantaggi che Google otterrà dalla diffusione di questo software sarà quello di poter accedere ad una nutrita serie di informazioni sul traffico esistente sul Web. Usando i server di Google come dei ponti su cui transitano le richieste degli utenti, il motore di ricerca potrà ottenere statistiche su quali siti vengono visitati maggiormente, sui tempi di permanenza degli utenti sui siti e su molte altre informazioni.

Per anni, la maggior parte dei SEO è stata unanimemente d'accordo nel sostenere che per i motori di ricerca non era possibile comprendere il comportamento degli utenti che effettuano ricerche semplicemente monitorando i click sui risultati di ricerca, perché i motori non potevano monitorare le azioni degli utenti al di fuori delle pagine dei risultati di ricerca.

Google Web Accelerator permette a Google di rimuovere l'intero problema alla base, fornendo al motore di ricerca un modo per analizzare i movimenti degli utenti in ogni momento, e non solo quando effettuano ricerche.

Di fatto, Google si è appena proposto come il "proxy del Web". Non mancheranno gli allarmi sulla privacy che accompagnano ogni nuova caratteristica di Google in grado di acquisire maggiori informazioni sull'uso di Internet.

< Torna alla pagina con le notizie più recenti

<< Torna alla pagina principale di Motoricerca.info