Search Marketing

Guida al posizionamento dei siti web nei motori di ricerca

Amico degli spider
Home
2 Apr '05
Guida
8 Nov '04
Articoli
27 Mar '05
News/Blog
La Newsletter
30 Apr '09
FAQ
12 Gen '03
Risorse
10 Ott '04

My Web, il web personalizzato

Yahoo! sforna un nuovo servizio, chiamato My Web, che permette agli utenti di costruire, cercare e divulgare un proprio Web, formato dai documenti di proprio interesse.
27 aprile '05 11:31:47
Ecco My Web, il nuovo servizio di Yahoo! che nasce per dare la possibilità agli utenti di creare ed organizzare un "web personalizzato", ovvero un insieme di documenti di interesse dell'utente. Il servizio è aperto agli utenti iscritti a Yahoo!

Esistono diversi modi per creare questo sotto-web. Accedendo al pannello di controllo di My Web, è possibile effettuare delle ricerche attraverso il normale motore di ricerca di Yahoo! e cliccare poi su un link "Save" a fianco di ogni risultato per archiviare in My Web la pagina relativa a quel documento.

Dal momento in cui la pagina viene salvata in My Web, è possibile riprenderla in qualunque momento o ritrovarla attraverso l'apposito motore di ricerca interno al servizio. Si noti che non si tratta del salvataggio dell'indirizzo della pagina ma proprio della pagina in sé, con tutti i suoi contenuti. Questo consente di accedere ai contenuti passati di un sito, successivamente rimossi dal Web.

Oltre al link "Save" nei risultati di ricerca, è possibile aggiungere pagine a My Web attraverso un apposito pulsante nella toolbar di Yahoo! (sia la versione per IE che quella per FireFox): in qualunque momento, durante la normale navigazione nel Web, cliccando sull'apposito tasto si ottiene l'archiviazione in My Web della pagina visualizzata in quel momento.

Per chi non desiderase installare la toolbar di Yahoo!, è disponibile anche un comodo bookmarklet "Save to My Web" che può essere aggiunto al proprio browser.

Per chi usa Internet Explorer, è anche possibile importare tutto i bookmark del browser in My Web, popolando in maniera veloce l'archivio.

E' anche possibile far registrare le ricerche effettuate su Yahoo! Search in maniera automatica al sistema, in modo da ritrovarsele nell'interfaccia di My Web. Questa non è una novità di Yahoo!, in quanto tale possibilità veniva già offerta attraverso servizi analoghi del portale. I paragoni con My Search History di Google sono facili e al momento Yahoo! pare offrire un servizio più completo.

Una caratteristica di My Search che personalmente reputo interessante è la possibilità di rendere pubblico il "My Web" creato, permettendo ad altri utenti di accedere all'archivio di pagine salvate. Tale accesso può avvenire attraverso la divulgazione di un normale feed RSS contenente la lista delle pagine che l'utente intende condividere con altri. Questa possibilità consente all'utente di comunicare in maniera veloce i percorsi di navigazione effettuati durante le proprie scorribande nella Rete. E' sufficiente salvare in My Web tutte le pagine ritenute interessanti (il servizio consente anche di aggiungere note personali a ogni pagina salvata) e poi rendere partecipi delle proprie "scoperte" gli altri navigatori.

Da buon SEO, è stato inevitabile chiedermi se questo servizio non potesse fornire qualche vantaggio diretto ai posizionatori. Innanzitutto non ho idea di come Yahoo! si comporti nel momento in cui l'utente aggiunga a My Web (ad esempio importando i propri bookmark di IE) una pagina che non è ancora presente nell'indice di Yahoo! Search. Si potrebbe ipotizzare che Yahoo! sia interessato ad inviare uno spider per indicizzare la pagina appena scoperta, ed effettuerò indubbiamente dei test in tal senso.

In secondo luogo, va osservato che My Web tiene traccia del metodo attraverso il quale l'utente ha aggiunto una pagina al proprio archivio. Diciture del tipo "How I found it: Searched for motori di ricerca" appaiono infatti vicino ad ogni pagina salvata e conseguentemente una pagina salvata in My Web in seguito alla sua individuazione per mezzo del motore di ricerca spinge Yahoo! a memorizzare un un chiaro legame con le keyword usate dall'utente per trovare la pagina.

Non si può dire se questi dettagli possano influenzare i risultati di ricerca del motore; ad una prima impressione si direbbe di no, ma non si può escludere che Yahoo! possa sfruttare in futuro questo "archivio del Web passato" per effettuare analisi temporali sulla posizione di una pagina web in seguito alla ricerca di specifiche keyword. Oppure analizzare le note attribuibili dall'utente ad ogni pagina per comprendere meglio il tema della stessa.

Del resto, sarebbe un peccato non sfruttare la consistente mole di informazioni che questo servizio sarà in grado di produrre nel corso del tempo.

Consiglio di dare un'occhiata al post nel blog di Yahoo! in cui il servizio è stato annunciato e alle FAQ.

< Torna alla pagina con le notizie più recenti

<< Torna alla pagina principale di Motoricerca.info