Search Marketing

Guida al posizionamento dei siti web nei motori di ricerca

Amico degli spider
Home
2 Apr '05
Guida
8 Nov '04
Articoli
27 Mar '05
News/Blog
La Newsletter
30 Apr '09
FAQ
12 Gen '03
Risorse
10 Ott '04

Nuovi brevetti dai motori

Su Cre8asite, Bill Slawski riporta sei nuovi brevetti su tecniche ideate dai motori di ricerca per assolvere a varie esigenze.
6 ottobre '05 08:45:07
Search Engine Roundtable segnala dei thread su Cre8asite in cui l'amministratore Bill Slawski riporta l'esistenza di sei nuovi brevetti su tecnologie sviluppate dai principali motori di ricerca.

Il primo brevetto di Google, Variable personalization of search results discute un metodo per creare risultati di ricerca personalizzati in base ad un profilo fornito dall'utente e per mezzo di uno slider che l'utente può spostare a destra o sinistra stabilendo la quantità di personalizzazione desiderata.

Google ha anche brevettato un sistema on-line per assistere gli inserzionisti pubblicitari nella creazione di pubblicità, anche grafiche: System and method for providing on-line user-assisted Web-based advertising.

Search using graph colorization and personalized bookmark processing è invece un brevetto di Yahoo! che propone un metodo per assegnare un peso ad una pagina Web in base all'interesse degli utenti e poi lasciare che tale peso si propaghi alle pagine linkate dalla prima. Si tratta di un sistema distributivo dei pesi che ricorda in parte il PageRank ma che acquisisce dalle attività degli utenti i pesi iniziali da assegnare alle pagine.

Inverse search systems and methods è invece un brevetto di Yahoo! su alcune tecniche di ricerca inversa, ovvero una ricerca che parte da un URL indicato dall'utente per fornire una serie di informazioni su di esso, come il grado di popolarità dell'URL e informazioni sulle normali ricerche sul Web che conducono la gente a considerare l'URL una risorsa valida.

Systems and methods for collecting user annotations è un brevetto assegnato a Yahoo! che discute alcuni metodi per acquisire annotazioni dagli utenti sugli URL visitati, estrapolare meta informazioni da dette annotazioni e successivamente sfruttarle per influenzare la generazione dei risultati delle ricerche.

Microsoft infine ha brevettato un modo per stabilire i temi delle pubblicità contestuali basandosi sui contenuti delle pagine web precedentemente visitate dall'utente (un sistema utilizzato in adCenter) e lo spiega nel brevetto Assigning textual ads based on article history.

< Torna alla pagina con le notizie più recenti

<< Torna alla pagina principale di Motoricerca.info