Search Marketing

Guida al posizionamento dei siti web nei motori di ricerca

Amico degli spider
Home
2 Apr '05
Guida
8 Nov '04
Articoli
27 Mar '05
News/Blog
La Newsletter
30 Apr '09
FAQ
12 Gen '03
Risorse
10 Ott '04

Google ricerca nei blog

Google attiva finalmente il motore di ricerca dedicato ai blog, che colma una lacuna da tempo avvertita dagli utenti.
14 settembre '05 13:16:19
Google ha pubblicato il proprio motore di ricerca per blog (con tanto di versione italiana), Google Blog Search, facendo un passo avanti su uno dei terreni finora poco esplorati dalla società di Mountain View.

L'interfaccia si presenta identica ai consueti servizi di ricerca di Google, ma esiste anche un'interfaccia utente in "stile Blogger" pubblicata all'indirizzo search.blogger.com.

Una delle caratteristiche più influenti di questo nuovo servizio consiste nel fatto che Google non indicizza realmente i blog ma solo il contenuto dei loro feed (RSS o Atom). Questo fa di Google Blog Search un motore di ricerca non full-text, ovvero che non indicizza tutti i contenuti delle pagine web su cui i post appaiono ma solo gli estratti che gli autori decidono di includere nei propri feed.

Si tratta di una differenza consistente rispetto alla concorrenza, a cominciare da Technorati, uno dei leader della ricerca nei blog, le cui ricerche vengono effettuate tra l'intero testo dei post.

La seconda caratteristica di Google Blog Search è il modo in cui l'indice viene aggiornato: Google controlla i servizi che accettano i ping dai blog, come Weblogs.com, per individuare quelli che hanno recentemente aggiornato i propri feed.

Questa tecnica chiarisce finalmente i dubbi di coloro che avevano notato da un po' di tempo un'immediata reazione dello spider di Google non appena si utilizzava un servizio per il ping multiplo come ping-o-matic. Questo approccio garantisce un'indicizzazione pressoché in tempo reale dei post da parte del motore di ricerca.

Google ha affermato di voler aggiungere in futuro una pagina per la segnalazione diretta dei feed/blog ma fino ad allora sarà sufficiente utilizzare uno dei servizi di ping indicati sopra, direttamente o attraverso gli automatismi che molte piattaforme di blogging offrono agli autori.

I risultati di ricerca del nuovo servizio sono essenziali. Immessi i termini da cercare, il motore riporta un elenco dei post individuati, ordinato in base ad un criterio proprietario di rilevanza. E' possibile ordinare i risultati anche per data, cliccando sull'apposito link presente in alto a destra nella pagina dei risultati.

Oltre all'elenco dei singoli post, Google riporta in cima ai risultati anche un link ai blog ritenuti più attinenti con la ricerca effettuata.

Dalle prime prove condotte, sembra che la scelta di indicizzare solo gli estratti nei feed e non l'intero corpo dei post abbia un'influenza decisiva sulla qualità dei risultati, che a volte appaiono fin troppo basati sul contenuto dei titoli o del nome dei blog.

La pagina delle FAQ del servizio introduce anche dei nuovi operatori di ricerca specifici per i blog. Oltre ai familiari link:, site: e intitle: esistono infatti inblogtitle:, inposttitle:, inpostauthor: e blogurl:, che restringono la ricerca rispettivamente al nome del blog, al titolo del post, all'autore del post e all'URL del blog.

In alternativa all'uso diretto dei nuovi operatori di ricerca, la pagina di ricerca avanzata consente di effettuare le stesse ricerche attraverso una interfaccia grafica.

Google Blog Search produce anche dei feed RSS ed Atom per ogni risultato di ricerca, i cui link appaiono in fondo ad ogni pagina. In questo modo è possibile monitorare costantemente i risultati di una specifica ricerca, un po' come è possibile fare da un po' di tempo con l'analogo servizio di Google News.

< Torna alla pagina con le notizie più recenti

<< Torna alla pagina principale di Motoricerca.info