Search Marketing

Guida al posizionamento dei siti web nei motori di ricerca

Amico degli spider
Home
2 Apr '05
Guida
8 Nov '04
Articoli
27 Mar '05
News/Blog
La Newsletter
30 Apr '09
FAQ
12 Gen '03
Risorse
10 Ott '04

Google vende un pi greco di azioni

19 agosto '05 06:25:47
Proprio un giorno prima dell'anniversario della sua IPO, Google ha annunciato di voler vendere 14.159.265 delle proprie azioni di classe A per incamerare più liquidi necessari alle operazioni che la società si appresta a fare.

Innanzitutto va notato come Google non abbia perso la voglia di giocare con i numeri: nell'IPO dell'anno scorso aveva utilizzato le cifre della costante di Nepero (e) per indicare quanto denaro si aspettava di raccogliere dalla quotazione in borsa e in questo anniversario (quasi un anno esatto dal giorno dell'IPO) utilizza le prime cifre del pi greco dopo la virgola per decidere quante azioni intende vendere sul mercato: il pi greco vale 3,14159265 e le azioni saranno appunto 14.159.265.

Riferimenti matematici a parte, questa vendita consegnerà a Google un regalo di compleanno cha vale circa quattro miliardi di dollari in liquidità. Il rompicapo che sta arrovellando la mente di diversi analisti consiste proprio nel cercare di capire come Google intenderà sfruttare tutti questi soldi, anche tenuto conto del fatto che possiede già una consistente liquidità, che ammonta a quasi tre miliardi di dollari.

In molti pensano che Google necessiti di una grossa cifra per acquistare una grossa azienda, ma la società ha indirettamente smentito questa possibilità, sostenendo che il denaro servirà per necessità interne di vario tipo e solo in parte per l'acquisto di aziende. Certi bisogni di Google, come quello dell'acquisto di infrastrutture e dell'assunzione di nuovi dipendenti, sembrano in effetti richiedere continue spese, necessarie per ampliarsi e per tenere il passo con i concorrenti.

Una prima analisi parrebbe confermare queste affermazioni di Google, in quanto gli acquisti di società possono essere fatti anche pagando direttamente in azioni e non necessariamente in denaro liquido. Pertanto l'assegnazione della somma ottenuta al finanziamento di molteplici settori e progetti della società parrebbe a prima vista coerente con l'operazione di vendita delle azioni.

< Torna alla pagina con le notizie più recenti

<< Torna alla pagina principale di Motoricerca.info