Search Marketing

Guida al posizionamento dei siti web nei motori di ricerca

Amico degli spider
Home
2 Apr '05
Guida
8 Nov '04
Articoli
27 Mar '05
News/Blog
La Newsletter
30 Apr '09
FAQ
12 Gen '03
Risorse
10 Ott '04

Virtual Earth

Microsoft attiva per alcune ore Virtual Earth, il servizio di mappe concorrente a Google Maps. Ecco una recensione.
25 luglio '05 04:24:32
Pre-annunciato l'altroieri da Robert Scoble di Microsoft, e nonostante il lancio ufficiale avverrà solo tra alcune ore, Virtual Earth è stato disponibile online per diverse ore durante la giornata di domenica, per poi essere chiuso. Ma il tempo è stato sufficiente a farne una recensione.

Virtual Earth è il nuovo servizio di mappe e ricerche locali di MSN ed era atteso da tempo in quanto, sin dalle prime indiscrezioni sulle sue caratteristiche, si prospettava un'agguerrita battaglia tecnologica con il concorrente Google Maps.

La pagina di Virtual Earth si divide in una barra orizzontale in cima, che contiene il campo di ricerca ed un menu di opzioni, e la zona in cui viene visualizzata la mappa, che copre la pagina in tutta la sua larghezza. Sopra la mappa possono essere inoltre aperte delle finestre, che contengono controlli aggiuntivi ai quali l'utente può accedere.

La mappa si apre sulla visuale degli USA, visualizzati attraverso una foto satellitare con i nomi degli stati in sovraimpressione, un po' come la recente modalità ibrida di Google Maps e di altri servizi di mappe esistenti sul web.

A sinistra della schermata è presente una finestra verticale con alcune aiuti sull'utilizzo del servizio, che può essere chiusa in qualsiasi momento attraverso il consueto pulsante "X" in alto a destra. Oltre a ciò, la mappa mostra in alto i due controlli principali: uno orizzontale che permette di scegliere il fattore di ingrandimento ed uno quadrato che contiene i punti cardinali, per spostare la visuale.

Ovviamente la visuale può essere spostata anche trascinando semplicemente la mappa col puntatore del mouse. Facendo un doppio click su un punto della mappa, Virtual Earth effettua uno zoom sul punto cliccato. Tale zoom è graduale e fornisce un'idea più chiara del punto della mappa che si sta ingrandendo. E' inoltre possibile agire sul livello di ingrandimento della mappa usando la rotella del mouse, invece che il controllo in alto a sinistra.

Tutte queste opzioni, assieme, permettono di navigare una mappa di Virtual Earth solo muovendo il mouse sulla cartina, concentrandosi sulle locazioni e senza essere costretti a spostare il mouse sui controlli dell'interfaccia.

Ovviamente è possibile visualizzare la cartina stradale invece della versione fotografica. Per fare ciò basta cliccare sull'apposito controllo presente sulla barra in cima alla finestra, che contiene anche i campi per la ricerca.

La ricerca di Virtual Earth è di tipo locale: si inserisce l'oggetto della ricerca e un indirizzo, il risultato sarà una lista di risultati evidenziati sulla mappa da alcuni segnaposti. Ognuna delle risorse individuate con una ricerca può essere aggiunta allo Scratch Pad, una sorta di taccuino sul quale possono essere annotati i luoghi di proprio interesse, memorizzandoli e ritrovandoli la prossima volta che si userà il servizio. La finestra dello Scratch Pad si apre selezionando l'apposita voce dal menu Tools, sulla barra dei comandi, e viene posizionata sul lato destro della mappa. Per aggiungere una risorsa alla lista basta cliccare sul segnaposto sulla mappa e poi sulla voce "Add to Scratch Pad" nel riquadro che si aprirà.

Un'ulteriore funzione di Virtual Earth è Locate me, che tenta di individuare sulla mappa la locazione dalla quale l'utente opera. Per fare ciò Virtual Earth si può basare semplicemente sull'indirizzo IP dell'utente, ma per ottenere risultati più precisi è necessario avere un PC in grado di accedere alle reti wireless e scaricare un apposito software chiamato Location Finder, che tenta di individuare la locazione dell'utente cercando gli spot WiFi attorno al PC ed effettuando una triangolarizzazione (richiede Internet Explorer e ActiveX attivato)! Indubbiamente una funzione interessante.

Le funzioni e le caratteristiche di Virtual Earth sono molte, ma non è tutto oro quello che luccica. In particolare, la ricchezza grafica del servizio e la possibilità di sovrapporre alla mappa diversi riquadri, con tanto di effetti di trasparenza, rallenta la responsività del sistema ai comandi dell'utente. A causa della quantità di grafica da gestire, le prestazioni possono variare considerevolmente a seconda delle caratteristiche del PC utilizzato dall'utente. Nel complesso, Virtual Earth appare più pesante e lento del concorrente Google Maps.

A ciò si aggiunge che a volte non vengono caricati alcuni dei tasselli che compongono la mappa, ma probabilmente questo problema va imputato al fatto che il servizio è stato testato prima del lancio ufficiale, quando MSN gli dedicherà maggiori risorse, secondo quanto affermato da Scoble.

L'ultima pecca registrata è che Virtual Earth è dedicato al momento principalmente al territorio USA. E' possibile visualizzare anche il resto del mondo, ma non è possibile ingrandire le zone esterne al suolo americano oltre un (circa) 50% dello zoom.

In ogni caso, il servizio risulta estremamente utile e indubbiamente possiede tutte le caratteristiche per dare filo da torcere ai concorrenti.

Si ribadisce che l'annuncio ufficiale dell'apertura di Virtual Earth è previsto tra alcune ore, sebbene il servizio potrebbe essere riattivato prima.

< Torna alla pagina con le notizie più recenti

<< Torna alla pagina principale di Motoricerca.info