Search Marketing

Guida al posizionamento dei siti web nei motori di ricerca

Amico degli spider
Home
2 Apr '05
Guida
8 Nov '04
Articoli
27 Mar '05
News/Blog
La Newsletter
30 Apr '09
FAQ
12 Gen '03
Risorse
10 Ott '04

Microsoft cita in giudizio Google e Kai-Fu Lee

Microsoft ha citato in giudizio il dottor Kai-Fu Lee per essere passato a Google, e Google stesso per aver ignorato gli accordi esistenti tra Lee e Microsoft.
20 luglio '05 06:01:36
Prima o poi sarebbe successo. Il recente passaggio del dottor Kai-Fu Lee da Microsoft a Google ha spinto l'azienda di Redmond a citare in giudizio sia Kai-Fu Lee che Google, il primo per aver violato il patto di non concorrenza esistente con Microsoft e il secondo per aver volutamente ignorato il patto stesso nonostante ne fosse a conoscenza, incoraggiando Lee a violarlo.

Nella citazione, Microsoft afferma chiaramente che il passaggio di Lee a Google costituisce una violazione del patto di non concorrenza, nato per evitare che un dipendente in possesso di informazioni riservate crei un danno alla societÓ andando a lavorare per un concorrente, portandosi dietro (e potenzialmente sfruttando) tutte le informazioni sulla societÓ acquisite durante il periodo di lavoro.

In particolare, Lee ha avuto accesso a segreti commerciali, in quanto ricopriva in Microsoft un ruolo determinante, avendo fondato il centro di ricerche Microsoft in Cina ed essendo stato uno dei consiglieri principali per le strategie di Microsoft in Cina. Nella citazione Microsoft afferma inoltre che per un periodo Kai-Fu Lee Ŕ stato responsabile dell'intero sviluppo delle ricerche su Internet di MSN.

SearchEngineWatch pubblica una risposta di David Krane, portavoce di Google, che afferma "Abbiamo rivisto le affermazioni di Microsoft e sono completamente prive di fondamento. Google Ŕ concentrato nella costruzione del miglior posto al mondo per far lavorare grandi innovatori. Siamo emozionati ad avere il Dott. Lee a bordo in Google. Ci difenderemo vigorosamente contro queste affermazioni senza fondamento e supporteremo pienamente Il Dott. Lee.".

Questa citazione in giudizio di Microsoft sancisce definitivamente l'agguerrita competizione che col passar del tempo Ŕ cresciuta sempre pi¨ tra le due aziende. Se inizialmente le strategie e gli obiettivi di Google combaciavano solo marginalmente con quelli di Microsoft, negli ultimi anni le due compagnie hanno compiuto passi in settori giÓ esplorati dal rispettivo concorrente, Microsoft investendo molto per la creazione di una propria tecnologia di ricerca sul Web e Google allargandosi verso servizi tipici di un portale, come l'offerta di caselle postali gratuite.

Il passaggio di Lee da Microsoft a Google pare possedere tutte le caratteristiche di quelle operazioni commerciali, comuni tra grandi aziende, in cui il prezzo per l'acquisizione di un nuovo dipendente comprende sin dall'inizio le spese legali previste per battagliare in tribunale con il datore di lavoro precedente, o persino gli eventuali risarcimenti da pagare in caso di perdita della causa. Nella citazione, Microsoft chiede ovviamente il pagamento dei danni materiali.

Microsoft sostiene anche che da parte di Google e di Lee non vi Ŕ stato alcun tentativo per trovare un compromesso e questo comportamento ha ulteriormente rafforzato l'impressione che Google fosse interessato a Lee accettando sin dall'inizio le inevitabili mosse di Microsoft per evitare che le proprie informazioni riservate finissero in mano ad un competitore.

< Torna alla pagina con le notizie più recenti

<< Torna alla pagina principale di Motoricerca.info