Search Marketing

Guida al posizionamento dei siti web nei motori di ricerca

Amico degli spider
Home
2 Apr '05
Guida
8 Nov '04
Articoli
27 Mar '05
News/Blog
La Newsletter
30 Apr '09
FAQ
12 Gen '03
Risorse
10 Ott '04

Il nuovo algoritmo di AdWords

Google ha apportato alcune modifiche all'algoritmo di ordinamento usato da AdWords, causando consistenti variazioni nel ranking.
10 luglio '05 13:21:50
Sono trascorsi già alcuni giorni da quando il portavoce di Google AdWords che frequenta le discussioni di WebmasterWorld, AdWordsAdvisor, ha annunciato una variazione dell'algoritmo di ranking usato per ordinare le inserzioni AdWords.

L'annuncio è arrivato in risposta ai problemi segnalati su WebmasterWorld e su altri forum da alcuni inserzionisti del sistema di pubblicità di Google, problemi che consistono in un forte abbassamento delle posizioni delle proprie pubblicità.

AdWordsAdvisor ha affermato che le recenti variazioni nelle posizioni delle pubblicità è una conseguenza di nuovi criteri usati da AdWords per stabilire l'ordine delle inserzioni. I nuovi criteri basano la scelta della posizione non solo sul massimo costo per click scelto dall'inserzionista e dal CTR (percentuale di click) ma anche sul comportamento dell'utente, che include variabili quali i termini cercati o la locazione geografica di chi cerca.

Secondo Google, diversi inserzionisti potranno notare un abbassamento delle posizioni delle proprie pubblicità, ma nel complesso il nuovo sistema dovrebbe garantire migliori risultati, riuscendo a presentare le pubblicità a quegli utenti più propensi a cliccarle.

Nonostante queste assicurazioni, diversi inserzionisti hanno lamentato ingenti perdite di introiti, conseguenti le basse posizioni assegnate alle proprie pubblicità dal nuovo algoritmo di AdWords. Tale fenomeno perdura già da diversi giorni tanto che AdWordsAdvisor ha consigliato di contattare il supporto AdWords nel caso in cui si osservassero diminuzioni di impression e click estremamente alte (su WebmasterWorld viene portata ad esempio una riduzione del 90%).

< Torna alla pagina con le notizie più recenti

<< Torna alla pagina principale di Motoricerca.info