Search Marketing

Guida al posizionamento dei siti web nei motori di ricerca

Amico degli spider
Home
2 Apr '05
Guida
8 Nov '04
Articoli
27 Mar '05
News/Blog
La Newsletter
30 Apr '09
FAQ
12 Gen '03
Risorse
10 Ott '04

Newsblog (novembre 2005)

Google Desktop esce dalla fase di beta, aggiunge nuovi contenuti ed apre un blog ufficiale.
4 novembre '05 10:58:38
Il blog ufficiale di Google annuncia l'apertura di un nuovo blog dedicato a Google Desktop, che oggi comunica agli utenti alcune novità circa lo sviluppo del motore di ricerca per PC (e aggregatore di informazioni) realizzato da Google.

Google Desktop è innanzitutto uscito dalla fase di beta, ad indicare che Google considera il prodotto sufficientemente maturo per proporsi al pubblico privo dell'etichetta di software in prova.

A questo cambiamento puramente formale, si aggiungono novità più concrete, come la presenza di un nuovo pannello, Personalized Maps, che introduce in Google Desktop le ormai familiari mappe di Google, comprensive di ricerca locale.

Il Sidebar, la barra laterale che può accogliere plugin di ogni genere, si arricchisce ulteriormente di nuovi contributi, dal gestore del player iTunes, al calendario, ad un plugin per navigare tra le directory e lanciare software in maniera simile a come avviene con il pulsante "Start" di Windows.

Adesso sviluppare plugin è diventato più facile. Google ha infatti aggiunto al kit di sviluppo per Google Desktop la possibilità di realizzare nuovi plugin attraverso normali linguaggi di scripting come Javascript o VBScript, aggiornando la documentazione per i programmatori con le istruzioni per creare plugin via scripting.

Dopo quello per AdWords, Google si appresta a lanciare un programma referral anche per AdSense.
4 novembre '05 09:27:16
Jensense, che non smetterò mai di ammirare per la vista di falco che possiede, fa notare che le policy di AdSense sono state modificate includendo dei riferimenti ad un programma referral per AdSense.

Più precisamente, ogni frase della policy che faceva riferimento a ciò che è permesso o proibito fare con gli annunci AdSense è stata estesa per comprendere anche dei pulsanti referral, che si presume verranno annunciati a breve da Google.

Un commento sul blog di Jensense fa anche notare che la pagina dedicata al servizio referral per AdWords, esistente già da tempo, è stata modificata aggiungendo la frase "To learn about the Google AdSense Referral Program, click here", sebbene il link proposto conduca al momento solo alla pagina di login di AdSense.

Su Threadwatch si discute di un nuovo misterioso servizio che Google rivelerà mercoledì prossimo al Google Luncheon che si terrà durante il PubCon organizzato da WebmasterWorld a Las Vegas. Si specula che il nuovo servizio che verrà annunciato sarà proprio quello del programma referral dedicato ad AdSense.

Fino alla presentazione sarà difficile ottenere ulteriori informazioni su come il servizio di referral per AdSense funzionerà.

Aggiornamento: visto che il servizio di referral è stato ufficialmente annunciato ed attivato, si deduce che il pronostico di Threadwatch si è rivelato errato e che il servizio che Google presenterà mercoledì riguarderà qualcos'altro.

3 novembre '05 15:51:41
Google Print compie il primo consistente passo verso l'ambizioso progetto di indicizzazione di tutti i libri finora prodotti, aggiungendo all'archivio del motore di ricerca la prima larga collezione di libri di pubblico dominio. Tutti i libri di pubblico dominio sono interamente leggibili dalle pagine di Google Print.

Le università ed organizzazioni che hanno contribuito con la fornitura delle pubblicazioni da indicizzare sono l'Università del Michigan, quella di Harvard, quella di Stanford, e la New York Public Library. Grazie alla cooperazione con il motore di ricerca, Google Print adesso include libri sulla storia americana, i lavori di Henry James e diversi documenti governativi.

Il fatto che Google abbia deciso di focalizzare sui libri di pubblico dominio il primo grande apporto di materiale, mostra con evidenza l'estrema cautela con cui il motore di Mountain View muove i propri passi in seguito alle forti critiche (e persino denunce) ricevute da diverse associazioni di scrittori ed editori.

Google Print, infatti, aggiungerà presto ai libri di pubblico dominio anche i libri protetti da copyright che, sebbene non saranno leggibili online dagli utenti, rappresentano agli occhi di molti editori una violazione dei diritti.

Oltre ad iniziare con i libri di pubblico dominio, lo scorso giorno Google ha annunciato di voler iniziare la scannerizzazione dei libri protetti da copyright partendo da quelli più vecchi e non più in circolazione avvertendo però che, una volta assottigliata la coda dei libri vecchi, il progetto di indicizzazione approccerà inevitabilmente libri sempre più recenti, quelli che gli editori probabilmente desiderano "proteggere" maggiormente.

Marco Varone, l'esperto di tecnologie di analisi semantica intervistato da Motoricerca.info tempo fa, ha aperto il proprio blog.
3 novembre '05 12:07:07
Mi fa piacere comunicare l'apertura del blog di Marco Varone, esperto di tecnologie semantiche e fondatore di Expert System, che lo scorso settembre mi aveva concesso una lunga ed interessante intervista sulle tecnologie sviluppate dalla sua azienda.

Il blog di Marco Varone tratterà vari aspetti tecnologici sull'information retrieval e sulla gestione dell'informazione non strutturata. Nella grafica che intesta il blog, delle tazzine da caffè ed una locomotiva rappresentano uno dei concetti più comuni (e più affascinanti) dell'analisi semantica: la disambiguazione del significato delle parole.

Già al primo intervento, Varone non risparmia critiche a quei giornalisti che per amore di sensazionalismo affrontano argomenti scientifici senza prima consultarsi con qualche esperto di tecnologia, indicando anche in un recente articolo di un quotidiano online un ottimo esempio di cosa succede quando la penna è più veloce del desiderio di pubblicare informazioni corrette.

Per chi è interessato all'information retrieval e alle tecnologie di analisi semantica dei testi, che sono destinate ad essere utilizzate sempre più spesso dai motori di ricerca, il blog di Varone promette di offrire contenuti di qualità.

Google ha allargato il proprio servizio di home page personalizzabile a diverse nazioni compresa l'Italia.
3 novembre '05 09:05:09
Proprio ieri mi lamentavo del fatto che nella home page personalizzabile di Google non fosse possibile far mostrare i gradi delle temperature in Celsius, ed ecco che oggi Google provvede a creare la versione italiana della home page, assieme a molte altre versioni elencate nell'annuncio sul blog del motore di ricerca.

Nel menu di configurazione della versione italiana, a cui si accede cliccando "Aggiungi contenuto", pare al momento mancare la possibilità di aggiungere le informazioni sul mercato azionario, un'anteprima della mailbox di GMail ed in genere tutti quei contenuti aggiungibili attraverso la sezione "My Stuff" della home page internazionale.

Tra i contenuti aggiungibili sono disponibili, tra gli altri, le notizie di Kataweb e del Corriere della Sera, quelle di Punto Informatico e PC Professionale, quelle sportive della Gazzetta dello Sport e, per il tempo libero, quelle di Komix e di Fantascienza.com.

E' anche possibile, come avviene per la versione internazionale, aggiungere dei feed a scelta specificandone l'URL in "Crea una sezione". A differenza della versione internazionale, però, pare che la versione italiana non sia in grado di individuare i feed specificando delle parole chiavi.

Il nuovo servizio presenta dunque più di una pecca, che si spera venga eliminata al più presto. Nel frattempo, per far mostrare alla versione italiana quei contenuti non ancora aggiungibili dal menu di configurazione, è comunque possibile aggiungerli attraverso il menu della versione internazionale e successivamente visitare la versione italiana.

Yahoo! pubblica una versione beta del nuovo sistema di mappe interattive, per portarsi al passo con Google ed MSN.
3 novembre '05 08:39:54
Il blog di Yahoo! Search annuncia la disponibilità di una versione preliminare del prossimo Yahoo! Maps.

La novità, che permette a Yahoo! di portarsi al passo con la concorrenza di Google Maps e Virtual Earth, fa uso di tecnologie Flash ed AJAX per produrre una navigazione comoda ed intuitiva, anche grazie ad alcune trovate tecniche come una mini mappa in aggiunta a quella principale, per spostarsi velocemente di locazione e per calibrare l'ingrandimento.

Come ormai è di consueto nei servizi della concorrenza, la mappa principale, che copre gran parte della pagina, è trascinabile col mouse ed un doppio click produce, come avviene per Virtual Earth, il centramento del punto cliccato e un ingrandimento della zona.

Anche la rotellina del mouse è stata sfruttata per zoomare velocemente sulla visuale. In genere, tutti gli aggiornamenti grafici sono abbastanza veloci, anche se i PC più vecchi potrebbero notare delle lentezze comparando il sistema basato su Flash con quello di Google Maps.

Tra le caratteristiche che contraddistinguono il nuovo servizio beta, si evidenzia la possibilità di sovraimprimere alla mappa le informazioni sul traffico, che mostrano la velocità media degli automezzi tra le strade cittadine (non tutte le città americane sono coperte dal servizio) e la presenza di eventuali incidenti automobilistici, specificandone la gravità attraverso dei segnalini di diverso colore.

Le nuove Yahoo! Maps offrono anche la possibilità di tracciare un percorso specificando nella colonna a sinistra della mappa più di una tappa e lasciando il sistema calcolare tutto il tragitto tra una tappa e la successiva. Ogni passo da intraprendere per completare il percorso (che ovviamente viene evidenziato sulla mappa con una striscia colorata) può essere selezionato per mostrare in una piccola visuale aggiuntiva il punto della zona interessato all'indicazione.

Quando viene tracciato un percorso sulla mappa, la velocità di aggiornamento della stessa può subire una diminuzione, sebbene questa caratteristica è comune a quasi tutti i servizi analoghi a Yahoo! Maps.

Nel post sul blog di Yahoo!, vengono anche forniti dei link per accedere alla documentazione per gli sviluppatori e alle API (per Flash e AJAX) per la costruzione di nuovi servizi basati sul nuovo Yahoo! Maps.

Feed RSS completo, contiene tutte le notizie (se non sai a che serve, leggi qua):
http://www.motoricerca.info/news/feed.rss

Feed RSS personalizzato. Seleziona le categorie di tuo interesse e apparirà un link al feed che contiene solo notizie di quelle categorie:
 

Discussioni Eventi Google Interviste
Motori di ricerca Motoricerca.info MSN Notizie brevi
Strumenti Tecnologia Yahoo!

< Torna alla pagina principale delle notizie

<< Torna alla pagina principale di Motoricerca.info