Search Marketing

Guida al posizionamento dei siti web nei motori di ricerca

Amico degli spider
Home
2 Apr '05
Guida
8 Nov '04
Articoli
27 Mar '05
News/Blog
La Newsletter
30 Apr '09
FAQ
12 Gen '03
Risorse
10 Ott '04

Calcolare il PageRank™ di Google

Nell'articolo sul PageRank ™ sono state spiegate le basi del suo funzionamento, come apprendere il suo valore e cosa fare per aumentarlo.

Il presente articolo è invece dedicato a tutti coloro che desiderano avere un'idea più chiara e precisa del punteggio che Google attribuisce alle pagine web.

Il valore di PageRank ottenibile col calcolo di seguito esposto è spesso più preciso rispetto al classico valore da zero a dieci segnalato dalla toolbar di Google.

Per applicare detta tecnica sono necessarie due cose:

  1. Che la pagina di cui si intende calcolare il valore sia presente nella directory di Google, che accoglie i siti archiviati dall'Open Directory Project (DMOZ).
  2. Che si conosca il valore 0-10 della pagina, ottenibile per mezzo della toolbar di Google.
Vogliamo far notare che il criterio che illustreremo è diverso da un criterio simile già ideato da Chris Raimondi.

Come procedere

Innanzitutto è necessario visitare la pagina della directory di Google che ospita la pagina di cui si vuole calcolare il punteggio. Si consiglia di ordinare l'elenco dei siti per valore di pagerank, cliccando sull'apposito link.

Una volta individuata la pagina di nostro interesse, bisogna osservare la piccola immagine presente alla sua sinistra e che, ad esclusione dei siti con pagerank zero, è presente vicina ad ogni altro sito della directory. Dobbiamo a questo punto prendere nota della larghezza (la dimensione orizzontale in pixel) della parte sinistra dell'immagine, quella colorata in verde. Chiameremo tale larghezza "Valore di directory".

La larghezza è facilmente ricavabile dando un'occhiata al codice HTML della pagina della directory. L'immagine usata per disegnare la parte verde si chiama "pos.gif" e quindi sarà sufficiente cercare il tag IMG che fa riferimento a tale file. Ovviamente, tenuto conto che tale gif appare per ogni sito elencato nella pagina, si deve cercare il riferimento alla "pos.gif" immediatamente precedente il sito di cui desideriamo calcolare il valore.

Preso nota della larghezza e conoscendo il valore 0-10 del sito di nostro interesse, che chiameremo "Valore di toolbar", possiamo quindi usare la seguente tabella come spiegato più sotto:

google pagerank

Cercate il "Valore di directory" del vostro sito nella prima riga della tabella.
Cercate quindi il "Valore di toolbar" del vostro sito nella seconda riga della tabella.

La combinazione di questi due valori crea sedici differenti zone, ognuna identificata da un numero tra uno e sedici, e riportate nella terza riga. Chiameremo questo numero "Valore combinato". Individuate che "Valore combinato" ha il sito su cui state effettuando i calcoli.

Infine, ogni "Valore combinato" dà origine ad un'indicazione più precisa del classico valore di pagerank. L'indicazione mostra infatti un intervallo numerico all'interno del quale trova posto la pagina su cui sono stati effettuati i calcoli.

Come potete notare, in alcuni casi (e precisamente con i Valori combinati: 1, 6, 7, 12, 13 e 16) il metodo non può fornire una precisione maggiore rispetto al classico valore 0-10 mostrato dalla toolbar. Ma in tutti i rimanenti casi la precisione conseguita è maggiore.

Una precisione ancora maggiore

È possibile ulteriormente frammentare l'intervallo indicato dal "Valore combinato" utilizzando la seguente tecnica.

Tornando sulla pagina della directory dove viene elencato il sito di nostro interesse e (importante) ordinandola per valore di pagerank, si devono contare quanti altri siti possiedono il medesimo "Valore combinato" del sito su cui stiamo effettuando i calcoli.

Farlo non è un compito così oneroso come inizialmente potrebbe sembrare (a meno che la pagina della directory non contenga centinaia di siti). È sufficiente calcolare il "Valore combinato" solo per quei siti immediatamente prima e dopo quello di nostro interesse.

Ad esempio, ponendo il caso che il sito di nostro interesse sia posizionato in mezzo a diversi altri siti con una identica lunghezza della piccola barra verde (ovvero con un medesimo "Valore di directory"), si può cominciare a calcolare il "Valore combinato" partendo dal sito precedente al nostro e procedendo verso l'alto fino a quando non si incontrerà un sito con un "Valore combinato" o un "Valore di directory" maggiore del nostro.

Allo stesso modo, si dovrà calcolare il "Valore combinato" anche per i siti successivi al nostro, partendo dal sito immediatamente dopo il nostro e procedendo verso il basso, fermandosi non appena si incontrerà un sito con un "Valore combinato" o un "Valore di directory" inferiore al nostro.

Va notato che alcune volte, durante questa fase di ricerca, è possibile imbattersi in un sito con un "Valore di toolbar" troppo basso o troppo alto rispetto a quello che in teoria dovrebbe possedere, riferendosi alla tabella pubblicata sopra. Questo può accadere perché il "Valore di toolbar" risulta più aggiornato rispetto al "Valore di directory" o viceversa. In tali casi il "Valore combinato" di tale sito non può essere calcolato e dunque il sito va escluso dal conteggio.

Trovato il numero di siti che possiedono il nostro stesso "Valore combinato" e preso nota della nostra posizione all'interno della lista dei suddetti siti, possiamo usare le due seguenti formule per calcolare un intervallo approssimativo più preciso:

PR1 = VC + ((POS - 1) * (VI / NS))
PR2 = VC + (POS * (VI / NS))

Dove:

VC è uguale al primo valore dell'intervallo indicato dal nostro "Valore combinato" (ad esempio, se il "Valore combinato" è 9, allora VC vale 5.50).

POS è la nostra posizione tra i siti col medesimo "Valore combinato", contando dal sito più in basso (la cui posizione vale 1) e procedendo verso l'alto.

VI è uguale alla differenza tra il secondo ed il primo valore dell'intervallo indicato dal nostro "Valore combinato" (ad esempio, se il "Valore combinato" è 11, allora VI vale 7 - 6.75, ovvero 0.25).

NS è il numero di siti col nostro stesso "Valore combinato".

PR1 e PR2 indicano ovviamente i nuovi e più precisi valori di intervallo.

Vogliamo precisare che la tecnica di affinamento appena esposta si basa sull'assunzione che il "Valore combinato" di ciascun sito della lista differisce da quello del sito successivo di una quantità costante; cosa in realtà improbabile. Il criterio, tuttavia, garantisce risultati approssimativi molto vicini alla situazione reale e sempre più realistici con l'aumentare di "NS".

Conclusioni

Speriamo che la trattazione di questo argomento sia risultata interessante. Il calcolo del pagerank reale è ovviamente fuori dalla portata di qualunque webmaster, dato che sull'attuale algoritmo di PageRank Google mantiene, per ovvie ragioni, un rigoroso riserbo.

Tuttavia speriamo che l'articolo appena proposto possa fornire informazioni più precise a tutti coloro che desiderano meglio monitorare i risultati di posizionamento di un sito su Google.

<< Torna alla pagina principale