Search Marketing

Guida al posizionamento dei siti web nei motori di ricerca

Amico degli spider
Home
2 Apr '05
Guida
8 Nov '04
Articoli
27 Mar '05
News/Blog
La Newsletter
30 Apr '09
FAQ
12 Gen '03
Risorse
10 Ott '04

Come i siti vengono analizzati

Come i motori di ricerca cercano e analizzano i siti

Ogni motore di ricerca utilizza alcuni programmi chiamati "spiders" (ragni) il cui unico compito è quello di visitare continuamente una grande quantità di siti web, leggere il testo contenuto nelle pagine ed estrarre quelle parole/termini che rappresentano al meglio i contenuti del sito.

Per ogni pagina letta, lo spider cerca al suo interno e memorizza ogni link (collegamento) ad altri siti, aggiungendoli ad una lista di siti da visitare. In questo modo, attraverso un processo a catena, lo spider è in grado di ottenere una quantità enorme di indirizzi di siti e pagine web, riuscendo ad incrementare il numero di siti conosciuti molto più di quanto possa essere fatto dalle directory, che si basano su un lento meccanismo di iscrizione e valutazione dei siti, operato da esseri umani.

Via libera allo spider

Per consentire ad uno spider di trovare agevolmente tutte le pagine che compongono un sito web bisogna fare in modo che da qualunque pagina del sito sia possibile risalire, direttamente o indirettamente, a tutte le altre pagine.

Un buon sistema per ottenere questo risultato è inserire in ogni pagina del sito un link alla homepage; in questo modo, qualunque pagina del sito lo spider dovesse casualmente trovare (magari seguendo un link trovato su un altro sito) consentirà allo stesso di risalire alla pagina principale e, da lì, trovare le altre seguendo tutti i link incontrati.

Le informazioni analizzate

Gli spider non fanno caso alla grafica delle pagine ma focalizzano il loro lavoro di analisi esclusivamente sul testo. Questo significa che ogni immagine o animazione grafica viene semplicemente ignorata e che gli unici contenuti su cui lo spider si basa per valutare il sito sono quelli testuali.

Resta dunque inteso che qualunque immagine (gif, jpeg o altro formato) raffigurante del testo verrà ignorata e che l'unico testo che lo spider potrà leggere sarà quello ASCII, contenuto nei tag del codice HTML.

Quanto appena detto ci porta a fare una prima importante considerazione: i siti web acquistano "corposità" agli occhi dei motori di ricerca solo se contengono buone quantità di testo, ovviamente in tema con gli argomenti trattati dal sito. In seguito ad una ricerca effettuata con un motore di ricerca, all'utente verranno proposti sopratutto i siti più ricchi di testo.

Nel prossimo capitolo vedremo come i contenuti dei testi di una pagina influiscono sulla sua posizione nelle classifiche delle ricerche degli utenti.